Viaggio Bergamo e Brescia programma dettagliato

2 marzo: partenza per Bergamo e visita guidata di Bergamo

Partenza programmate da Cattolica, Riccione, Valle del Rubicone, Cesena e Forlì

Arrivo in tarda mattinata e risalita a Bergamo Alta con la funicolare.
Tempo libero per il pranzo.
Nel pomeriggio visita a Bergamo Alta con la guida.

 

A Bergamo Alta è racchiusa la maggior parte del patrimonio monumentale e artistico che costituì una costola nevralgica del potere dei Veneziani nell’entroterra lombardo. La cerchia delle mura, oggi patrimonio Unesco, fatte costruire dai Veneziani nel ‘500 delimita questo spazio, così ricco di storia e di testimonianze del passato.
La visita ha come punto focale la famosa Piazza Vecchia, cuore politico e amministrativo di Bergamo per secoli. Qui si affacciano importanti edifici come il Palazzo della Ragione (costruito nel XII secolo), il Palazzo del Podestà (XIV secolo), la Torre Civica con la sua grossa campana denominata il “Campanone”, il Palazzo Nuovo; mentre al centro è la famosa fontana del Contarini.
Oltrepassando il portico del Palazzo della Ragione, si giunge alla più antica Piazza Duomo, cuore medievale (e prima ancora romano) della città, dove si trova il Duomo di Sant’Alessandro (patrono della città), la Basilica di Santa Maria Maggiore (XII secolo), il Battistero e la famosa Cappella Colleoni, considerata vero e proprio gioiello dell’architettura rinascimentale lombarda: per realizzare la propria tomba Bartolomeo Colleoni, celebre condottiero, fece demolire un’abside della basilica. Scelto uno dei luoghi di maggior prestigio della città, diede l’incarico tra il 1470 e il 1472 a uno dei più noti artisti del momento: Giovanni Antonio Amadeo. Negli angusti spazi della piazza del Duomo la straordinaria facciata, decorata da marmi policromi e bassorilievi, sembra voler rivaleggiare con i fastosi decori del protiro della basilica adiacente: la Basilica di Santa Maria Maggiore, per patrimonio storico e artistico ritenuta il maggior monumento cittadino. Fulgida per capolavori, vi spicca il coro con le stupefacenti tarsie eseguite (1522-1555) su disegni di Lorenzo Lotto, e il confessionale barocco di Andrea Fantoni.
La visita guidata alla Città Alta porta poi a passeggiare sulla via centrale, Via Gombito – Via Colleoni, e la scoperta delle altre belle piazzette, come Piazza Mercato delle Scarpe (dove si trova anche la stazione della Funicolare).

Trasferimento in hotel a Brescia in una struttura storica in stile barocco di grande fascino con affaccio su un grande giardino.
Cena tipica con piatti del territorio in ristorante vicino all’hotel (circa 10 minuti a piedi) e pernottamento.

3 marzo visita guidata di Brescia

In mattinata dopo la colazione e dopo avere lasciato le camere dell’hotel, inizio della visita guidata.

 

Fondata dai Liguri, occupata dai Galli, Brixia divenne colonia romana nel 42 a.C.
Dal 568 divenne un importante ducato del regno longobardo.
In mattinata si visiterà la parte romana che comprende il Foro, il Tempio Capitolino dedicato a Giove, Giunone e Minerva e il teatro di età flavia che ne costituiscono la più grande area archeologica del nord d’Italia iscritta nel 2011 nel registro dell’Unesco insieme al complesso di Santa Giulia.
Si visiterà l’area archeologica che comprende la famosa Vittoria alata, simbolo della città e rara opera in bronzo arrivata a noi risalente alla metà del I secolo; il teatro romano e il santuario repubblicano, quindi un tratto del decumano massimo.
La visita continua in centro storico con Piazza del Duomo con il romanico Duomo Vecchio, il Duomo Nuovo costruito tra il 1604 e il 1825 e il medievale Broletto, la rinascimentale Piazza della Loggia voluta dai veneziani , con il Palazzo della Loggia, i Palazzi dei Monti Vecchio e Nuovo di Pietà e la Torre dell’Orologio.

Pranzo libero

Nel pomeriggio visiteremo il complesso di Santa Giulia, antico monastero longobardo costruito intorno alla chiesa dedicata a San Salvatore, fondato da Re Desiderio e iscritto tra i monumenti Unesco della città nel 2011. Secondo la tradizione qui si sarebbe rifugiata Ermengarda, figlia del re, dopo che il suo sposo, Carlo Magno, la ripudiò.
Nel corso dei secoli si aggiunsero una serie di altri edifici tra cui la cripta con affreschi dell’VIII e IX secolo, il coro delle monache del XV secolo e articolato su due piani e infine la grande chiesa di Santa Giulia .
Il complesso è interamente arricchito da affreschi che ne fanno uno dei luoghi più rappresentativi della città.
L’attiguo museo si articola su 14 mila metri quadri attraverso percorsi dedicati al periodo romano, longobardo e l’età veneta.
Il percorso longobardo comprende la straordinaria croce di Re Desiderio, croce astile del IX secolo, decorata con 212 pietre preziose; si tratta della più grande opera di oreficeria nota di arte longobarda.

Al termine delle visite, partenza e rientro in serata.

Per costi e condizioni contattaci al +39 3801470003 anche via whatsapp oppure compila il modulo.

 

Iscrizione al viaggio entro il 2 gennaio. Viaggio confermato con minimo 15 partecipanti

Per richieste e informazioni compila il modulo.

Ti ricontatteremo subito







    OPPURE TELEFONA

    380 1470003